mercoledì 8 giugno 2011

Oggi, e forse anche domani


Non posso dare retta alle paturnie di pseudo amiche. Solo di chi ho voglia io, anche se conosciuti da poco o sconosciuti fino a qualche settimana fa. A volte meglio un rapporto diretto e sincero che millantare amicizie storiche ma che sono marce dentro.
Inoltre, devo smetterla di dare ascolto alla mia parte capricciosa e indossare una muta per farmi scivolare tutto addosso, come se fossi una foca che sguiscia libera nell'oceano. 


                     

25 commenti:

  1. come vorrei trovare una muta della mia taglia, per farmi scivolare addosso tante cose anche io....

    RispondiElimina
  2. non posso che CONCORDARE CON LA CONCORDARE MAIUSCOLA

    RispondiElimina
  3. eh si! questo me lo dico troppo spesso, vorrei che mi scivolassero tante cose! come si fa?!un besote guapa!

    RispondiElimina
  4. Ecco, è il grasso della pelle delle foche la soluzione ;)

    RispondiElimina
  5. Il nostro miglior amico dovremmo essere noi stessi. Una volta stretta quell'amicizia, tutte le altre miglioreranno. Alcune semplicemente morendo.

    RispondiElimina
  6. una muta anche per me...magari estiva, la mezza!! :)

    RispondiElimina
  7. eh, magari... com'è difficile! :-D

    RispondiElimina
  8. L'idea della muta per farsi scivolare tutto adosso mi piace... ne ho bisogno anch'io! Però sai, è vero quello che ha detto Selene, forse sarà che credo poco nell'amicizia... mi riferisco a quella vera senza interessi! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Purtroppo capita a tutte di prendere delle sonore bastonate da chi credevamo amici ed allora ci proponiamo di non caderci più...di stare attente nella scelta degli amici, ma dopo un po' per fortuna ci dimentichiamo tutto e torniamo ad essere le persone generose che siamo sempre state.Vedrai passerà anche questa.Bacioni Gilda

    RispondiElimina
  10. Ma mi sa che stiamo facendo la stessa crociera? tu io e qualcun'altra... perché mi sembra proprio di essere sulla stessa barca
    unltimamente ho una situazione un po'.. così così... e come mi giro vedo post di altre blogger nei quali leggo parole che avrei potuto benissimo scrivere io stessa
    per anni ho creduto di conoscere, volere bene ed essere ricambiata in questo da quella che credevo la mia migliore amica, la stessa amica dalla quale sono corsa all'istante quando il moroso l'ha lasciata dopo 7 anni quando si parlava di matrimonio, e sempre la stessa amica che non ha trovato 5 minuti per me quando avevo bisogno di lei... e anche quando li ha poi trovati... è stato uguale a quando non c'era... la gente ti delude sempre... o meglio, MI delude sempre... forse sono io che mi faccio troppe aspettative... (?)... mah...

    un bacione

    RispondiElimina
  11. non credo possano esistere particolari controindicazioni ad ampliare le proprie amicizie

    RispondiElimina
  12. @ Gilda: hai ragione che spesso dimentichiamo ma poi ci ricaschiamo però! ;)

    @ Serena: la vita se non condivisa è inutile, almeno per me. però facciamo male ad avere aspettative quello sì, ma è così triste pensare che si possa contare solo su noi stessi...

    @ Occhio: non credo ce ne siano nemmeno a dimezzarle, processo catartico che porta alla liberazione del cuore!

    @ Gio: non avevo dubbi ;)

    RispondiElimina
  13. l'amicizia è un argomento delicato, si è amici perchè ci sono delle affinita elettive, questo però non bastano ci vuole anche la condivisione comune di qualcosa, lavoro, passione, hobbys, nelle amicizie specie quelle di tanti anni è difcile mantenerle perchè ci si evolve a volte in maniera differente , la verità è la cosa più importante, si è amicizi solo se si è sinceri altrimenti il rapporto non ha senso,. poi le amicizie possono avere momenti belli e brutti la vita non è sempre uguale per tutti e quindi esprime quello che pensi

    RispondiElimina
  14. La cerchiamo insieme la muta? Magari in due è più facile! L'amicizia ha senso solo se sincera e disinteresata, altrimenti non è vera Amicizia, quella con la A maiuscola. Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Mai stata più d'accordo. :)

    RispondiElimina
  16. Quanto c'ho riflettuto su questa cosa di cui scrivi.
    Poi ho tagliato rami secchi. Ho cercato nuovi spessori.
    Funziona così, ed è bello.
    Cerca sempre... senza mai stancarti.
    Piacere.

    RispondiElimina
  17. Tantissime volte mi sono lasciata scivolare addosso le situazioni...ma non è servito a niente perchè scivolano e ti cadono ai piedi e sono sempre li a ricordarti che ti danno fastidio. Io vorrei prima o poi nella vita acquisire la capacità non di farmele scivolare addosso, ma di rimbalzarle (eppure la ciccia dovrebbe aiutarmi in questo caso!! :) :) ) ossia vorrei esser capace di tirare fuori quello che queste situazioni mi provocano, urlarlo, e magari..cercare la soluzione. A volte non esiste soluzione, e quindi non vale la pena...ma in altre occasioni, un momento difficile puo essere l'occasione per ripartire, per conoscere meglio, per cambiare dentro una situazione già cambiata intorno a noi per forza di cose....

    RispondiElimina
  18. Tesoro ho visto ora il tuo commento. Le polpette senza uova e senza fiocchi si spatasciano tutte. Era stato il primo esperimento sulla scia di quelle ricotta e ceci ma non ha finzionato. Secondo me il problema è stato la tahin, che cuocendo ha rammollito il tutto. Per farle senza uovo mi sa che devi eliminare la pasta di sesamo

    RispondiElimina
  19. Vorrei infischiarmene anch'io e invece quando finisce una pseudoamicizia di vent'anni, anche se pseudo, fa male. Ma io non faccio testo, qui è difficile che qualcuno apra il suo cuore con sincerità. Dopo tanti anni finalmente ho capito!
    Andiamo avanti!
    Mi piace la tua schiettezza e mi piace il tuo blog. Ti seguirò volentieri!
    A presto!

    RispondiElimina
  20. Cara, a volte più che una muta ci vuole proprio una corazza a difenderci, a rendere la nostra 'scorza' (e la nostra anima) impenetrabile agli attacchi esterni. Le amicizie sono difficili, spesso più complesse dell'amore e sicuramente molto delicate. E sono anche quelle che provocano più di frequente delusioni e tristezza...da cui però possiamo imparare sempre :-)

    un abbraccio

    RispondiElimina
  21. Argomento difficile, spinoso. Cos'è l'amicizia? Sicuramente la condivisione di interessi comuni, Goethe avrebbe parlato di affinità elettive.
    Una volta un sociologo parlava di una visione della vita simile.
    Forse tutto questo ci serve per entrare in relazione con le persone.
    Ma l'amicizia, quella vera, disinteressata, si nutre di affetto, empatia verso l'altro.
    Forse è chiedere troppo, però semza le basi affettive, il rapporto fra le persone è sterile.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  22. L'indifferenza e' cosa da pochi fortunati. Gli altri soffrono da matti. Ahime', anch'io sono nel club.

    RispondiElimina
  23. penso di aver comprato lo stesso biglietto tuo e di serena... la direzione sembra la stessa. L'amicizia è un bel sentimento, quando è condiviso con persone vere e sincere. Secondo te se facciamo un gruppo di acquisto per le mute otteniamo un buon prezzo?? ;)

    RispondiElimina
  24. Ha proprio ragione Gilda!
    Però ci si può riuscire...io ce l'ho fatta!
    Cinzia

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails